international journalism festival crowdfunding campaign

Ultimo giorno per “crowdfinanziare” il Festival del Giornalismo. Devo fare la solita polemica sull’importanza di rimboccarsi le maniche e costruire per il futuro, anziché lamentarsi per il passato? No, non lo farò. Mi limiterò a esprimere per l’ennesima volta la mia stima ad Arianna Ciccone per l’iniziativa, che ho appena sostenuto anche io con un contributo. Fallo anche tu: clicca qui ora.

Alberto-Dottavi-Domee-com-20140120

About.me, uno dei primi servizi di pagine personali con aggregazione delle nostre presenze Social, aveva fatto scalpore qualche eone fa (nel 2010) perché era stata acquisita da AOL ancora prima di uscire pubblica – il sogno erotico di qualsiasi startup. Divertente il fatto che si sia poi rivelata una perdita netta per AOL, visto che Continue Reading…

european-communication-monitor-2013-cover

Oggi pomeriggio sono in un panel di Centromarca per discutere i risultati dell’European Communication Monitor 2013, ricerca annuale su “Future trends in Communication Management and Public Relations”. Il panel sarà facilitato da Dario Francolino, Chief Innovation Officer di Ketchum, mentre la ricerca sarà interpretata dal prof. Emanuele Invernizzi, Ordinario Università Iulm e Board member dell’European Communication Monitor. Ne discuteremo poi anche con Dario Di Vico, Editorialista del Corriere della Sera e Luca Virginio, Chief Communication and External Relations Officer di Barilla. Qui qualche estratto. 

Continue Reading…

“Io qui non assumo laureati” – “E’ un errore di gioventù del quale sono profondamente consapevole”.

Ho sentito dire in giro che c’è un film interessante sull’Italia precaria di oggi. Non mi ricordo il titolo. Uno che però devo assolutamente andare a vedere è “Smetto Quando Voglio – Meglio ricercati che ricercatori“. Se mantiene la metà di quanto promette il trailer, c’è da morire – letteralmente – dal ridere. Mentre assistiamo divertiti alla nostra estinzione.

overclocked cory doctorow free download L’altra sera si è fatta una cena tra amici e il tema – almeno quello iniziale, visto che poi è degenerata :) – era “When Sysadmins Ruled The… Kitchen”. Libera interpretazione del titolo di un racconto di Cory Doctorow di molto tempo fa ma sempre bello, intrigante e attuale. Mi è venuto in mente perché qualcuno ne ha appena fatte le versioni ePub e Mobi in free download – vedi il post su BoingBoing. Tutto Overclocked, la raccolta che contiene questo racconto, si può però scaricare gratuitamente. Doctorow è sempre stato il primo pirata di se stesso. Quindi andate in questa pagina e tiratelo giù. Oppure compratelo in paperback da Amazon, come ho fatto io.

PS Un altro romanzo di Doctorow da leggere assolutamente è Little Brother, titolo tradotto con X (non lo capirò mai) nella versione italiana. Qui la mia recensione. Io lo dò come compito ai ragazzi NABA, a fine corso, per l’estate: “Compito: leggete questo libro così imparate a fare la rivoluzione digitale, mi raccomando”. E’ tempo di rimettersi a studiare le Mesh Networks.

Doctorow l’ho incontrato un sacco di anni fa. Qui la mia intervista.

how to be a nonconformist - book - 1968 - brainpickings

Brain Pickings è uno dei blog più interessanti dell’universo noto. Ed è anche uno dei pochi che produce un reddito più che soddisfacente alla sua autrice. E’ un blog di recensioni incredibilmente approfondite di libri presi da public libraries. Ovviamente, è in realtà un luogo di letteratura, di cultura e storia della cultura. Trova chicche meravigliose, come questo libro del 1968 su Come essere nonconformisti…  Continue Reading…

Grandissimo Zerocalcare, anni che non ridevo così. Grazie, maestro. Mi ha ricordato una vignetta di Doonesbury su Windows 95 di un bel po’ di tempo fa. Spirito dei tempi?

Le 9 Fasi Dell'Elaborazione Del Cambio Di Sistema Operativo

Leggilo tutto: Le 9 fasi dell’elaborazione del cambio di sistema operativo at Zerocalcare.it.

For the last several years, we have all tried to master social media. We’d spend hours reading blog posts, writing blog posts, sharing them on Twitter, attending conferences, speaking at conferences and then fighting to get our accounts verified so that we can reach ninja status. Or at least feel important enough to tell others what they are doing wrong.
Reality has changed. Brands today now realize that social media is critical, both internally and externally. They no longer need the “Monday morning quarterback” [in italiano sarebbe: "Il Mister di turno", nda] critique of what they are doing right or what they are doing wrong on Twitter. Yeah, some still make mistakes but they are learning and getting smarter by the day.
Social media and, to throw another buzzword in the mix, social business is now maturing in organizations. Execs are now making larger investments for social initiatives. Hiring is running rampant across every facet of every organization – marketing, PR, human resources, retail, channel, customer service, you name it. Teams are being formed. Governance is being established. Agencies are being hired. And damn, everyone is doing it.

Sorry, But Social Media Is Now A Commodity Skill | Social Media Today.

Sorry, But Social Media Is Now A Commodity Skill | Social Media Today

social-comms-map-instagram-twitter-600x450

Lo dice un americano, Ben Thompson (Growth Engineer in Automattic), ok? Fate finta che io non l’abbia detto centinaia di migliaia di volte. Su Stratechery:

THE MOST PRECIOUS COMMODITY IS USER TIME
When Facebook allegedly offered $3 billion for Snapchat, there was the usual griping about Snapchat’s lack of revenue. As I noted at the time, this completely misses the point. Revenue follows user attention, not the other way around; unlike money, there is a finite amount of minutes in the day, and a finite amount of users. To put it another way, attention is a zero sum game; every minute spent in Snapchat or LINE or WhatsApp is a minute not spent in Twitter or Facebook or Instagram.

Giusto così per divertirsi con quelli che continuano a non capire quale sia il modello di business dei Social Media.

The Startup Movement is just the surface phenomenon. What’s really happening is much deeper, more profound, and incredibly important. I’ve arrived at this conclusion after working with thousands of innovators, entrepreneurs, policymakers, executives, investors, and other professionals over the past year or two. Since my book The Rainforest was published…

I’ve realized that, despite outward appearances, the Startup Movement is not just about startups. It is actually a deeper cultural shift that cuts to the heart of the human condition. It reflects a dissatisfaction with the way much of the world has gone for the last several decades. It marks a transformation in how we view our societies, how we convene our communities, how we create value together as human beings. It’s a counterpoint to the governing economic paradigm – what economists call neoliberalism – which has prized efficiency and productivity above everything else, even when it has corroded relationships that bond us together in our communities and social networks.

The Startup Movement is like a reboot of the human spirit.

The Startup Movement Is Not About Startups, Actually – Victor W. Hwang on Forbes.

The Startup Movement Is Not About Startups, Actually – Forbes

Hatching Twitter by Nick Bilton

Sono ancora a metà di Hatching Twitter, il libro-inchiesta sulla storia di Twitter scritto da Nick Bilton, anche lui quasi un personaggio storico essendo da anni Technology Editor del New York Times. Appassionante come un romanzo di spionaggio e per nulla tecnologico, racconta in profondità le relazioni personali e business dei co-fondatori di quello che, per l’Italia, potremmo considerare Il Sito Del 2013. Alcune cose stupiscono molto: soprattutto come sia venuta l’idea a Jack Dorsey, effettivamente founder. Ho sempre avuto un’opinione altissima di lui, che esce invece molto ridimensionato dalla cronaca di Bilton.  Continue Reading…

66 Famous Robots Cyborgs Holograms and Computers - Synthespians - Scott Park

A ognuno le decorazioni che preferisce. Buon Natale geek – se sai riconoscere almeno l’80% dei personaggi qui sopra.

(Compralo qui. Trovato via).