ACM.org listsrv old internet tools

Mi sono disiscritto da una mailing list di ACM.org e ricevo il messaggio qui sotto:

Command confirmation request (92576FF5)

Your command:

SIGNOFF ACM-WEBINAR

requires confirmation. To confirm the execution of your command, simply
click on the following link…

Alternatively, if you have no WWW access, you can reply to this message
and type OK as the text of your message. If you receive an error message,
try sending a new message to [indirizzo LISTSERV] (without using the
“reply” function) and type OK 92576FF5 as the text of your message.

Il link mi porta alla pagina di conferma dell’immagine sopra, chiaramente un gateway web del sistema con interfaccia a caratteri. Leggendo “If you have no WWW access” ho avuto un momento di nostalgia :)

Info: Listserv su Wikipedia.

Meme Me

dottavi —  2 April 2013 — 1 Comment

alberto-dottavi-essere-bella-persona-fare-bella-figura

Stranezze della Rete. Sono diventato un meme, con più di 5.000 share da parte di persone che mi sono perfettamente sconosciute – ma senz’altro simpatiche, visto che hanno apprezzato una mia frase. Così come mi è sconosciuto l’iniziatore e gestore della pagina “Impara a non aver bisogno di chi non ha bisogno di te“. Qui l’immagine. PS Lol.

How much does a social network user value? Economically, in dollars. It depends from company’s evaluation. Here’s the secrets of LinkedIn, Instagram, Facebook, Twitter and others.

LinkedIn LNKD is the heavyweight champ in this category. Based on its current market valuation and 202 million active accounts, investors are valuing it at $95 per user.

Instagram is at the bottom of the spectrum, despite the hysteria over its $1 billion sale to Facebook FB. At the time of the deal, it had 35 million users, meaning Facebook paid just $29 per Instagrammer.

Much of the social market, however, has settled neatly in between those two points. Facebook has a running value of $58 per user, while Pinterest and Twitter are right around $50 a head, based on recent financing rounds and network statistics. Working with that range, Goodreads’ 16 million users at $55 each would add up to a sticker price of $880 million.

via Amazon Likely Paid $1 Billion For Goodreads – Businessweek.

Social Network User? $55 Is Your Average Value – For Them

Internet-users-worldwide-2012-statistics

566,4%, per essere precisi. E’ la percentuale di crescita del numero degli utenti Internet nel mondo negli ultimi dodici anni. Il cui valore assoluto a Giugno 2012 arriva a due miliardi e mezzo. Poca roba, se pensiamo che la popolazione globale ha superato i sette miliardi. Soprattutto fa tenerezza rivedere i numeri del 2000: eravamo appena 360 milioni di utenti! Che follia la New Economy di quei tempi. Ma vabé, è servita a portarci qui – con qualche ritardo.

Più interessante il ranking. Gli Stati Uniti sono da sempre il punto di riferimento, e invece l’Europa ha il doppio degli utenti. Un’opportunità da non sottovalutare per un nuovo mercato esteso ma facilmente raggiungibile. E l’Asia il doppio di noi – più di un miliardo, cioè circa la metà degli utenti Internet totali. E’ chiaro che, a parte il problema delle lingue, si è spostato l’asse del pianeta.

InternetWorldStats

facebook-gifts-more-shops-product-category

Facebook mi ha attivato Gifts, la nuova applicazione per fare regali. Ora sinceramente visto che mi occupo di Social Commerce e Facebook Commerce da un po’ li aspettavo curioso, ma devo dire che non mi hanno particolarmente colpito.  Continue Reading…

facebook-top-12-cities-for-number-of users

Dopo aver occasionalmente scoperto che Facebook sta facendo pubblicità display (Oh so ’90!) tramite Google Ads su siti come Mashable per acquisire nuovi iscritti (ma i lettori di Mashable non saranno su Facebook?) ho riguardato la presentazione di Socialbakers di cui ho già mostrato una chart l’altro giorno, quella in cui si vedeva la flessione del numero totale di iscritti al social network dal miliardo di qualche tempo fa a 964 milioni. Questa volta mi ha incuriosito il ranking delle città con più numero di iscritti al mondo. In prima posizione Bangkok, capitale della Thailandia, con quasi 13 milioni di utenti. Cioè più o meno come tutti gli italiani che si collegano a Facebook ogni giorno.

The new merchant, he suggests, volubly and unstoppably, is a community builder, a facilitator, a networker.

Jeff Bezos di Amazon in un’intervista a Wired, 1999  Continue Reading…

Quote: Shoptainment. Jeff Bezos, Amazon, 1999

 

Una lampada semplicissima: un sottile tubo di metallo con luce a LED. Utile vicino al computer, e infatti è alimentata via USB. Diversi modelli a seconda della base – dalla semplice plastica al marmo. E’ un progetto che ha appena raggiunto la quota richiesta per il finanziamento su Kickstarter – qui. Il design, in realtà, è molto “Apple-like”, ma incuriosisce il nome: Piccolo. Con tanto di dicitura “Italian, small”. Quando dici lo stile italiano nel mondo.  Continue Reading…

facebook-new-design-march-2013-1

 

Le hanno chiamate proprio così: “Storie”. E’ il Newsfeed, ripensato con l’imperativo “Goodbye clutter”“Arrivederci confusione”. Cosa che trovo incredibilmente ilare: ma allora lo sapevano anche loro che Facebook non ci piace più! Malignamente, mi viene da pensare che il calo degli utenti degli ultimi tempi possa essere più significativo del previsto. Ecco la “leggera” flessione secondo Socialbakers:  Continue Reading…

Repinly è un simpatico giochino. Permette alcune navigazioni verticali di Pinterest – per categoria, popolarità, altro – e offre un divertente sistema per programmare i Pin nel tempo. Offre anche qualche statistica interessante, vedi l’infografica qui sotto. Si scopre così che l’utente più popolare è Joi Cho, una designer e blogger di San Francisco con 14 milioni di follower (lo farà di mestiere?), che la categoria più usata è Food & Drink (ma non sono disponibili i dati su gattini e piedi), che le board più visitate  riguardano Home Decor e che Pinterest non è luogo di discussione, visto che solo lo 0,6% del tempo speso dagli utenti è dedicato ai commenti.

pinterest-statistics-infographic-most-popular-categories-average-activity-top-pinners

We should be very pleased but also very grateful for someone having taken the time from their lives to give something to yours. So the next time you hit Like, don’t think it is just that simple. It means a lot to people who work hard on their ideas be it written, baked, handmade or otherwise. 

Samphire Arts on Facebook about our blog post. Love.

The Next Time You Hit Like, Don’t Think It Is Just That Simple

Blogs_on_business_ayustety

“Un italiano su cinque segue un blog o vi scrive”, dice ISPO, l’istituto di ricerca di Renato Mannheimer. E si riferisce alla popolazione in generale, perché “La percentuale sale vertiginosamente tra i frequentatori del web”, arrivando all’83%. Gli italiani, di blog, ne leggono almeno due (i blogger ne leggono 11), e “Non per divertirsi” bensì “Per approfondire temi di interesse e per cercare informazioni”. Nonostante ISPO li definisca “Diari online” – definizione decisamente incongrua – interessanti le conclusioni: i blog sono “Strumenti di riflessione e di approfondimento più che di semplice svago”. Con buona pace di chi pensava fossero “morti”. La ricerca è qui sotto.  Continue Reading…