Archives For May 2014

pennystocks-internet-in-real-time

Devo smettere di guardarlo, devo smettere di guardarlo, devo… Internet In Real Time

definitive-Web-20-resource-page

Per una coincidenza mi torna in mente questa pagina delirante che avevo scoperto eoni fa… The Definitive Web 2.0 Resource Page. 2006. Ai tempi si parlava della metafora del Webtop, che oggi funziona, ma soprattutto del “Web delle persone”. Direi che abbiamo perso.

agenzia-entrate-sito-orribile-inusabile

La mia commercialista mi dice che l’Agenzia delle Entrate – uno dei miei incubi, una roba peggio di Alien con la sua bava acida – ha un servizio web, per cui basta fare la richiesta, arriva il PIN e via, si risolve tutto online. “Non ci posso credere”, dico tra me e me. E infatti.  Continue Reading…

Unicredit-tower-grattacielo-piu-moderno-europa-Appathon2014-contest-sviluppo-app-mobile-banking-finance-fintech

Un hackathon, cioè una 24 ore per sviluppatori e web designer, ma dedicato alle applicazioni – da cui il calembour Appathon. E’ l’iniziativa di Open Innovation di Unicredit tramite la quale la banca vuole raccogliere stimoli per “Guardare oltre” – così Gianluca Finistauri, Global Head of Multichannel and Business Innovation di UniCredit alla presentazione dello scorso 12 maggio, perché l’iniziativa “Si inserisce nel percorso di UniCredit orientato all’innovazione, considerato un pilastro fondamentale della strategia della banca”. Però, nel pratico, ci sono anche circa €18.000 in premi.

Continue Reading…

Ieri sera polemichina su Facebook con Salvatore Aranzulla sul significativo contributo dato da Briatore alla Bocconi (LOL).

“Non scherzare [dico a Salva]. 15 anni fa eravate [mi riferisco a Virgilio] un’idea nella testa dei due fondatori più qualche amico che ci credeva. E poi di un paio di VC molto illuminati… Quando si parlava di Web, allora, ci prendevano per matti. E invece guarda ora. Virgilio, Tiscali, Videonline, Italiaonline e le poche agenzie “interactive” dei tempi hanno creato la prima generazione di professionisti Internet italiani – di cui oggi fai parte anche tu. Ma è successo perché della gente aveva voglia di “giocare”, che vuol dire rischiare. Che poi molti degli startuppari di oggi siano dei fuffologi è altro discorso e sono molto d’accordo. Ma non si tratta di non fare startup. Si tratta di non fare i cretini. E’ diverso”.

how-to-sharpen-pencils-vintage-book

Non ci vuole una scienza per far la punta alle matite. E sicuramente neanche una startup. Ma qualcuno ci ha fatto un libro. Con tanto di “Illustrations showing current practice”. Esempio negativo, ma non per questo buttiamo alle ortiche l’industria libraria, no?

CATWALK - gif animate

Dalle profondità dei dischi fissi. Ai confini dello spazio profondo. Oltre la Twilight Zone. Mettetela un po’ giù come vi pare ma guardate cosa ho ritrovato… Un tempo si sarebbe detto “Scarica gratis per creare un sito che attragga più utenti!”. OMG, I’m ROTFL!  Continue Reading…

Today applications are deployed on everything from mobile devices to cloud-based clusters running thousands of multicore processors. Users expect millisecond or even microsecond response times and 100% uptime. Data needs are expanding into the petabytes.

New requirements demand new technologies. Previous solutions have emphasized managed servers and containers. Scaling was achieved through buying larger servers and concurrent processing via multi-threading. Additional servers were added through complex, inefficient and expensive proprietary solutions.

But now a new architecture has evolved to let developers conceptualize and build applications that satisfy today’s demands. We call these Reactive Applications. This architecture allows developers to build systems that are event-driven, scalable, resilient and responsive: delivering highly responsive user experiences with a real-time feel, backed by a scalable and resilient application stack, ready to be deployed on multicore and cloud computing architectures. The Reactive Manifesto describes these critical traits which are needed for going reactive.

Read The reactive manifesto.

Reactive – Un Nuovo Approccio Per Le Applicazioni

go on italia - friuli venezia giulia - riccardo luna

“Il 5 maggio vieni a fare la rivoluzione?”, mi scrive in SMS un po’ di tempo fa Riccardo Luna. “Te lo lì”, penso in genovese, mugugnone, pessimista e dubbioso. Poi ci sentiamo e mi racconta che vuole portare in Italia, a partire dal Friuli Venezia Giulia, questo format che prevede 100 eventi in un giorno. Gli chiedo “E come hai fatto a farti finanziare dalla Regione?”. Dice “No ho trovato sponsor privati. Siamo un acceleratore della Pubblica Amministrazione, ma non prendo soldi pubblici”. Io non son potuto andare, ma da quel che vedo da quelle parti c’è un bel casino. Go On Italia.

portrait of sophia loren by alfred eisenstaedt

Auguri.

istituto-italiano-tecnologia-robotica-robot-icub

“Ma belandi,” sembra dire iCub in questa foto. “Cuma l’è che non ci conosciamo?”. Eh, non so mica. Sarà che sono una capra e non sapevo che l’IIT – Istituto Italiano di Tecnologia, Genova, ha organizzato una serie di Caffè Scientifici (vedi sotto il programma). Giovedì 8 maggio si farà un “Viaggio nel mondo della bioispirazione” e ci racconteranno se “La natura può insegnarci a costruire nuove macchine”. Ma belandi.  Continue Reading…