Archives For April 2014

Lo scorso 17 aprile si è tenuto il convegno Netcomm Digital Fashion & Design – per la precisione “User Experience, Fulfillment e Customer Care per le aziende della Moda e del Design”. Tra i vari dati interessanti UPS ha rilasciato questa simpatica infografica su comportamenti e desideri degli online shopper italiani, che ribadisce una volta di più la necessità di un approccio multi-screen – oggi diciamo omni-channel – al commercio elettronico, o meglio ancora al commercio tout court.

UPS comScore  Comportamenti Online Shopper Italia Infografica

john lennon shooting photo at annie leibovitz shooting photo at john lennon

Robe così ti fanno pensare che la bellezza non è solo negli occhi di chi guarda, ma che viene proprio da dentro.

 

…Non si sa mai quello che ti può capitare.

Bat.tutty.ry on Vimeo.

Player One di Ernest Cline per Kindle in italiano “Sai di esserti incasinato la vita quando tutto il tuo mondo finisce in merda e l’unica persona con cui puoi parlare è il tuo System Agent software”. Basterebbe questa frase per giustificare l’acquisto di Player One, capolavoro geek di Ernest Cline. Ambientato in un MMORPG (Massively multiplayer online role-playing game, Wikipedia) che, in un futuro non lontano, viene usato dalla maggioranza della popolazione mondiale. Un po’ come ci possiamo immaginare il prossimo Facebook più Oculus (vedi). Cline lo racconta così:

Feci la conoscenza di OASIS quando ero ancora molto piccolo: mia madre lo usava come baby-sitter virtuale. Quando crebbi abbastanza da poter indossare un visore e un paio di guanti aptici, la mamma mi diede una mano a creare il mio primo avatar su OASIS. Poi mi piazzò in un angolo e se ne tornò al lavoro lasciandomi solo, a esplorare un mondo completamente nuovo, totalmente diverso da quello che avevo conosciuto fino ad allora. Continue Reading…

Connectivity in the U.S. is slower and costs more than in most of the world. Many European and Asian countries are upgrading to 1 gigabit per second — 100,000 times faster — before most U.S. households have 100 megabits per second, the rate experts consider true high-speed Internet (1,000 megabits equals 1 gigabit).

Most alarming is that just 2.3 percent of U.S. homes have a fixed fiber-optic connection, the gold standard of Internet service. Even Turkey and Slovenia have a larger share.

The U.S. needs to catch up quickly, because a nation with inferior Internet service is destined to be less productive. A national campaign is needed to encourage installation of superfast fiber-optic networks.

FIGURATI NOI!!!

via The Cable Guys Are Too Darned Slow – Bloomberg View.

The Internet Is Too Damn Slow! – And We Are Doomed

corso-formazione-startup-ied-roma-ebuzzing

“La creazione di nuovi posti di lavoro negli USA è trainata interamente dalla nascita di startup”, dice la presentazione del corso Startup dell’impresa digitale di IED Roma sviluppato in collaborazione con Ebuzzing. Continue Reading…

made-in-lambrate

Ciò che più colpisce di questo Fuorisalone a Lambrate è che quelli che frequentano questi posti sono tutti allegri (a parte me, ovviamente. Io odio tutti). Sarà il fastidioso bel sole fresco, le antipatiche installazioni divertenti, l’intollerabile animazione data da persone di ogni età, lingua e provenienza geografica. Fatto sta che quest’anno è sembrato che i visitatori apprezzassero il contesto anche più delle edizioni precedentiPadiglione Italia, Royal Academy Of Art, Autofficina Temporanea e gli altri capannoni della zona ospitano esposizioni interessanti. Le Noah Guitars sono in Villa Busca Serbelloni (mappa), a un passo da qui, e si possono provare. Novità la presenza del design da Berlino. Il cortile di Ventura 5 merita sempre una visita, e la MDC Gallery – Massimo De Carlo, tra i più importanti galleristi d’arte contemporanea italiano – è sempre aperta. Fate un salto anche in Ventura 15, infilatevi nella scaletta subito a sinistra e al primo piano trovate l’installazione Timescapes di Logotel. Una buona scusa per visitare il terrazzo e avere una vista speciale del quartiere. Buona domenica. Continue Reading…

madeinlambrate“Capisci che è Primavera per il rumore dei trapani che annunciano il Fuorisalone”, scherzo ieri su Twitter. “E per i truck olandesi”, mi risponde Massimo Carraro del Cowo Lambrate, che in questo bel post racconta l’ultimo incontro del “Comitato di quartiere” – non saprei bene come altro chiamarlo – prima del setup vero e proprio del Fuorisalone di questo distretto. Che quest’anno ha la novità di MadeinLambrate, sito collettivo e tentativo cooperativo, iniziativa spontanea di alcuni che abitano e lavorano qui per rivitalizzare il vicinato. Che riporta tanto alla radice di Community, che non è (solo) una roba digitale americana ma anche una molto europea. Gemeinschaft und Gesellschaft:“A tighter and more cohesive social entity, due to the presence of a unity of will”. Insomma il quartiere, un po’ di gente che non chiede permesso ma si parla e si dà da fare per far qualcosa di utile per tutti. Che poi forse un tempo anche in Italia era una roba normale.

In questo post quanto visto l’anno scorso, il 2013. Qui invece una fotogallery del 2011. A questo link, infine, il photowalk del 2010.

Actors, singers and other famous people in police photos

Fred Astaire, David Bowie, Mick jagger, ok. Poi Elvis Presley, Kurt Cobain e Jimi Hendrix, c’è scritto. Al centro direi Jim Morrison. In alto a destra non saprei proprio. Ma quello in basso al centro non è Brad Pitt?

Quello in fondo è il trailer video di cosa è successo negli anni scorsi e cosa succederà tra poco, dall’8 al 13 aprile 2014, in zona #VenturaLambrate. O, meglio, a #Lambrate365, il nuovo tag della zona per seguire cosa succede in questo buffo quartiere ex-industriale e neo-creativo (si spera) durante tutto l’anno. Che non è poco. Dai un’occhio a questa search, si aggiornerà parecchio nei prossimi giorni. Questa, invece…

lambrate venturalambrate lambrate365

E’ una mappa creativa di Lambrate fatta da un artista amico di amici ma di cui non ricordo più il nome. Mi scuso! Fatemelo sapere e provvedo subito.

Continue Reading…

trucchi-ricerca-avanzata-gmail-google

E’ da poco che ho scoperto che in Gmail c’è una serie di operatori testuali che ti permettono di filtrare le mail con estrema precisione. E’ carino, ti dà il tranquillizzante senso del controllo che si aveva quando si usava la tastiera. In particolare, mi serviva cercare dei messaggi all’interno di un certo periodo di tempo, così ho usato before e after (vedi oltre per dettagli). Ficoso, ha funzionato benissimo. Solo dopo ho pensato a cliccare sulla freccina grigia vicina al campo Search, scoprendo così il pannello di Ricerca Avanzata. Vabbé, vuoi mettere la soddisfa?

Continue Reading…

Living innovation zones in SF-lift conference

“Living innovation zones in San Francisco, to revitalize Market Street” — Lift Conference (@LIFTconference) on April 2, 2014