Archives For October 2011

San Francisco: Dove Cercar Casa

dottavi —  30 October 2011 — 4 Comments

san-francisco-creative map

Ci sono due metafore che mi colpiscono in modo particolare di San Francisco. La prima, ovviamente non solo legata a questa città, è che le banconote di minor valore hanno i volti dei Padri della Patria – per esempio, il foglio da one dollah ha su George Washington – mentre quella da 100 ha su Benjamin Franklin, un inventore. La seconda, questa sì locale, è che la strada principale, il luogo geometrico, l’asse di simmetria (per quanto asimmetrico) di tutto si chiama Market. Inventori e mercato. Do you know what I mean?, come dicono da queste parti.

Questo è il punto – voglio dire, la linea – di riferimento principale per orizzontarsi a San Francisco. Che d’altronde è facile, essendo una cittadina molto più piccola di Milano, con solo 600.000 abitanti circa. Spalmati, però, su un’area molto vasta. Ecco qualche suggerimento per puntare al volo le zone di interesse.  Continue Reading…

Twitter's headquarters, San Francisco

Perché Twitter rimanga uno strumento peculiare lo spiega bene, paradossalmente, la persona di Facebook nel post pubblicato appena prima di questo. Dice più o meno (cito a memoria): “A nessuno interessano le belle foto, o le informazioni di qualità. Hanno più successo le foto stupide”. E infatti, qualsiasi cosa accada nel mondo, tutti vanno su Twitter a informarsi. Fullstop. Non c’è Facebook, Google+ o giornale online che regga il confronto (che poi ci siano intere nazioni che non vogliono essere informate, è altro discorso).

Ho avuto occasione di andarli a trovare e fare qualche chiacchiera interessante con @Carol Schimmelpfeng (thanx to @Smaffulli). Continue Reading…

facebook-new-open-graph

Probabilmente lo speech sul Social / Open Graph di Facebook più interessante che abbia mai sentito. Il video qui a seguire offre una visione dall’interno del social network su relazioni e dinamiche di rete. Con qualche affermazione importante. Intanto perché, apodittico e presuntuoso come solo gli americani sanno essere, prende gentilmente a schiaffoni tutti: Google, Twitter e le logiche comuni di marketing con i Social Media (es blog). Anzi arriva a dire che “Tutto il marketing dovrà essere ripensato” e che “Gli influencer non sono importanti” perché “La maggior parte delle nostre decisioni sono influenzate dai nostri amici più vicini”. C’è un filone di pensiero che lo sostiene da tempo :)

E poi dà di nuovo un’idea molto, molto più approfondita del solito di come sviluppare nuovi servizi, perché “Social is like electricity”.  Continue Reading…

san-francisco-moscone-center

Everything is happening fast. Ma per davvero. Entri a un evento, ti presenti, “How are you”, spieghi cosa fai in dieci parole, ti raccontano cosa fanno loro, si decide se interessa o no e ripetere. Dieci, venti volte in una serata, o anche di più. Niente perdite di tempo. E più o meno tutti i giorni. Di seguito una piccola guida su come trovare gli eventi più interessanti, dove trovare spazi per lavorare e una fotogallery. Continue Reading…

TheNextWeb - Google

(via It’s NEVER Too Late. – The Next Web)

This is for my friends Luca Galli and Ivan Montis, with whom I share an old passion for philosophy (and, among other things, this blog too, being they the original co-founders team).

philosophy simply explained by images - book

“Big ideas simply explained”: what better mean than diagrams to do this? Continue Reading…

Spotify, the ultimate music player with social integration

Una delle cose più impressionanti degli ultimi annunci Facebook è la deep integration delle app. Già che sono negli Stati Uniti, ho provato Spotify. Dopo aver dato una prima e unica autorizzazione, la connessione è veramente profonda. Tutto quello che ascolti viene pubblicato sulla tua Timeline. E inoltre, ovviamente, va a prendere su Facebook i tuoi “amici” che usano Spotify e di ognuno di loro puoi vedere cosa ascoltano e se hanno condiviso delle playlist. Non solo: puoi ascoltare anche la loro musica, pur non possedendola, perché te la “paghi” con la pubblicità. Lo stesso Spotify ti offre un “What’s new” ricco di titoli.

Tutto sommato, non è diverso da quel che facevamo non molto tempo fa con Last.fm e i feed RSS: si condivideva ciò che si stava ascoltando con gli amici, su quella o altre piattaforme. Che però erano aperte e sotto il nostro controllo. Adesso non più (o, almeno, non altrettanto).

Steve Jobs Tribute

(via Glossom)

Prob the best “In memoriam” for Steve Jobs as seen up to now. In the home page today of Sequoia Capital:

steve jobs apple founder dies at 56 - in memoriam by sequoia capital

One photo or two… This was my welcome this morning. Just missed: I settled things up to stay nearby, but in the meantime the startup space in Pier 38 has been shut down, with the offices of Automattic (the company behind WordPress) included – see photos below. Anyway. At least South Beach Marina is a great place to stay. Now the question is: where’re all the startups that used to be here?

Pier 38 Startup Coworking Automattic WordPress

Continue Reading…

Sorry Steve, And Thanks

dottavi —  6 October 2011 — Leave a comment

apple steve jobs dead

andare a san francisco

Mi sposto là per il mese di ottobre. Se sei in zona e ti va di incontrarci sarà un piacere. Per esempio, comincio il 5 con un aperitivo organizzato da BAIA – Business Association Italy America. Per lavorare sarò un po’ a The Hub Bay Area un po’ a Rocket Space. Suggerimenti segnalazioni idee… molto apprezzate. Ci aggiorniamo, ciao.

(foto)