Archives For April 2009

Zurich police welcomes EuroPride 2009 for “a tolerant and free society” (via Live from Planet Paola)

Leggo sull’home page di Romaeuropa Webfactory, contest per creativi sponsorizzato da Telecom Italia, una “Revisione al Regolamento del concorso al fine di chiarire che la titolarità esclusiva dei diritti di sfruttamento economico inerenti alle opere rimarrà in capo agli autori”. Ben gentili.

La storia completa si trova su Romaeuropa FAKEfactory, iniziativa attivista di una serie di artisti / autori, tra cui potete trovare Andy Warhol, Orson Welles, Burroghs e altri nomi… noti. Il motivo della loro partecipazione sta nelle clausole sul remix dei contenuti, come ben spiegato nella sintesi di REFF, per cui, in sintesi, gli artisti NON potevano partecipare con “opere derivate” (cioè prodotte remixando altre opere preesistenti) e dovevano cedere tutti i diritti. Ma a quel punto Romaeuropa Webfactory e Telecom Italia avrebbero potuto farne quel che volevano, fra cui… opere derivate.

Ora, tutto è bene quel che finisce bene, ma chissà se si riuscirà mai a vederne una fatta giusta dell’inizio, di iniziative come questa?

imod:

Chet Baker

Dogma91: Human marketing

dottavi —  26 April 2009 — 2 Comments

Qualche tempo fa piacevolissima cena con Gianluca Diegoli, aka [mini]marketing, e il suo nuovo socio Nicola Bonora, di Mentine.net: dalle già note 91 Tesi sta nascendo Dogma91, agenzia di neo-marketing che promette molto bene (ovviamente, visti i fondatori :)

Gianluca Diegoli minimarketing Dogma91 91 Tesi

Delle nuove card con le Tesi io ho scelto la 27. Se vuoi, puoi scaricare l’ebook gratuito – un must read. Mentre completano il setup del blog, si può dare un’occhiata alla loro pagina su Facebook. Non perdeteli d’occhio.

Neanche un annetto fa girava Website down, amena conversazione telefonica tra un marketeer e un sysadmin. Ora, se vi vengono a chiedere qualcosa sull’home page, potete rispondergli così…

(Jacob)

Replace fear of the unknown with curiosity

Istigazione a delinquere

dottavi —  25 April 2009 — 4 Comments

La per nulla Onorevole Gabriella Carlucci augura al figlio di Alessandro Gilioli di essere “intercettato” dai pedofili. Il video:

(via Mantellini)

The faces of Mechanical Turk – Revealed by Andy Baio

zoomata :|: a close-up on italy » Milan Design Week: Pac-Man Bookshelf, Ghost Lamps

Facebook Garage: Un successo

dottavi —  23 April 2009 — 3 Comments

Più di 250 persone affollano una bellissima sala ai Chiostri di San Barnaba, Milano, per il Facebook Garage. Dimostrazione che, ancora una volta, l’innovazione vera viene da altri percorsi rispetto a quelli tratteggiati da media e blog generalisti. Oggi Facebook consuma circa cinque ore di attenzione al mese per ogni utente italiano, mentre Wikipedia ne prende solo 11 minuti. Testimonianza, una volta di più, della capacità di questa piattaforma: ne ho parlato spesso.

Adesione inaspettata: Lorenzo Viscanti, co-founder di Mikamai, società che ha curato l’organizzazione dell’evento, racconta che l’edizione di Barcellona ha registrato “solo” 100 presenze, e che oltre metà dei partecipanti è composta da sviluppatori indipendenti o società di sviluppo. Il tutto per un appuntamento “senza fronzoli”: Facebook fissa in 9.000 dollari il budget massimo, richiedendo specificamente di trovare contatti presso università, studenti e, appunto, sviluppatori

Il primo argomento di cui parla James Leszczenski, dello sviluppo di Facebook, è Connect, il sistema di registrazione che può essere integrato su qualsiasi altro sito. Così Facebook diventa una sorta di piattaforma di “single sign-on”, se posso dire, minacciando seriamente non solo WordPress, che ha un sistema simile che non ha sviluppato adeguatamente, ma soprattutto Google, che non sta offendo nulla di equivalente, a parte alcuni accenni. E non mi stupirebbe un annuncio in questo spazio entro un tempo ragionevole.

Collegare Facebook a un sito esterno, dimotra James, consente di incrementare rapidamente il traffico e le visite. E sviluppare un’applicazione direttamente dentro quest’ambiente permette di trofare subito un pubblico estremamente vasto. Il tutto, però, non è scevro da dubbi, critiche e problemi: la registrazione dell’utente è ovviamente uno degli elementi cruciali di qualsiasi business. E quindi c’è ancora da studiare.

La giornata continuerà con una galleria di esperienze applicative, tra casi concreti e metodologie di sviluppo, e verrà poi conclusa con alcuni contributi sugli aspetti di comunicazione e promozione offerti dalla social network del momento.

annarellix:

danmeth:Charles Bukowski

I definitely wanto to be an artist :)

It’s show time, outsiders – ths.nu