Archives For April 2009

Mentre Luca Luciani, il manager Telecom divenuto famoso per le sue affermazioni su “Napoletone” e il suo “successo” a Waterloo, se ne va a fare il d.g. di Tim Brasil con un pacchetto 2008 da una milionata di euro (ZeusNews), il Sole24Ore pubblica una illuminante lista dei manager più pagati in Italia:

Intrigante il fatto che nel 2008 Telecom Italia abbia avuto ben due direttori generali, per un totale di circa 12 milioni di euro, se non ho letto male.

President Barack Obama takes aim with a photographer's camera backstage

Obama ha uno stream di foto su Flickr. Mi colpisce davvero lo stile. Sembra proprio un digital native.

mrmozorising:

A Softer World: 430

In questo video il prof. Hans Rosling di Gapminder.org commenta in prima persona la sua famosissima presentazione, che ha fatto scalpore in più di un’occasione.

(via)

PS Manco a dirlo, Google due anni fa ha comprato Trendalyzer, il software di animazione, ma ne ha messo qualcosa in Google Spreadsheets

Ennesima prova, se serviva, di come il mondo si stia ribaltando bottom-up:

In a stunning result, the winner of the third annual TIME 100 poll and new owner of the title World’s Most Influential Person is moot. The 21-year-old college student and founder of the online community 4chan.org

Time.com (via Punto Informatico)

Lenn Pryor, Vice President for product, Nokia Music, è americano ma dallo stile inglese, e forse anche per questo sorride quando gli chiedo se non è un peccato che Last.fm sia diventata a pagamento. Poi si fa serio e risponde che, per Nokia Music, hanno studiato tutte le possibili combinazioni per monetizzare la musica digitale ma, semplicemente, quella basata sulla pubblicità secondo loro non può funzionare. Ecco quindi il perché di Nokia Comes With Music, servizio di musica basata su DRM(*) ma in download gratuito se e solo se compri un particolare telefono, il 5800.

Musica a consumo: puoi scaricare tutto quello che vuoi, non puoi metterla sull’iPod o su sistemi non-DRM, dopo un anno il servizio si interrompe e non puoi rinnovarlo, se non comprando un altro telefono. Però puoi tenerti tutta la musica che hai scaricato.

Che non è poca, stando a quanto afferma Andrea Montagnini, Nokia Music manager per l’Italia: oltre cinque milioni di brani provenienti dalle quattro principali major e dalle etichette indipendenti. Una libreria in grado di coprire “Il 98% della chart italiana” e che ogni venerdì si aggiorna con “Alcune decine di migliaia di nuovi brani”. Un servizio che sembra piacere a chi compra il 5800, visto che “Nelle prime settimane dopo l’acquisto ogni utente ha scaricato in media 200/300 brani”.

Non convince del tutto i “puristi”, soprattutto per la presenza del DRM: l’idea è sempre stata “Compro la musica, diventa mia e ne faccio quello che voglio”. La archivio, la sposto da un device all’altro, eccetera. E certamente la risposta Nokia prevede un sistema chiuso, da un certo punto di vista, alla loro piattaforma. Ma non sono gli unici.

E soprattutto viene da pensare che la prospettiva che tutto si sposti verso la Cloud può cambiare in qualche modo la metafora a cui eravamo abituati nell’era del peer-to-peer. Così come l’informazione, i libri, etc, anche la musica si trasforma ovviamente da prodotto a servizio, e di conseguenza forse non è più importante che sia persistente, come un file salvato sul computer, ma basta che sia accessibile per il tempo che interessa. Le hit, tutto sommato, durano una stagione. Posto che sia musica.

(*) DRM, Digital Rights Management: Wikipedia

Basati in California ma con Ricerca e Sviluppo a Mosca – uh? – si pongono l’obiettivo di realizzare una tecnologia ottimizzata per il video su reti mobili. E di lavoro ne han fatto tanto: ora hanno utenti in 160 Paesi, con gli italiani al quarto posto, con circa 130 telefoni supportati. Tra i vari partner, qui al Nokia Developer Forum, ho incontrato Vijay Tella, senior VP strategy & operations di Qik.com, il servizio che permette di trasmettere video in diretta dal cellulare.

Nokia N97
Il Nokia N97, in uscita a giugno, con il nuovo client di Qik

 

Il nuovo client ha una gestione più precisa delle informazioni geografiche e, soprattutto, il real time tracking. Il menu che vediamo sopra è quello del Rapid Share, per mandare i link ai video a Facebook o su Ovi, il nascente servizio Internet di Nokia. Hanno ottimizzato l’uso della batteria e la possibilità di registrare video off-line per poi caricarli quando si trova connessione. E infine, appunto, è supportata l’alta definizione, anche se dovrebbe diventare un servizio Premium, cioè a pagamento.

Ma la risata ce la siamo fatta quando gli ho chiesto cosa pensava del fenomeno del Car Streaming: su Qik, infatti, si usa moltissimo fare dirette dall’auto – qui il mio canale. E Tella ha confermato, con un sorriso storto, che è la categoria più affermata, insieme al Food, video che riprendono pasti e pietanze, seguite dalle più classiche Pets and Children. Funny isn’t it? :)

Twitter solves chicken and egg debate (Guy Kawasaki on Twitter)

deleteyourself:

Proof

Marco Lobb, neo-laureato in ingegneria gestionale al Politecnico di Torino, ha avuto un’idea semplice: una sorta di “Social Shopping List” geo-referenziata. Inserisci nel telefono la lista di ciò che devi comprare durante la giornata, e lui ti avverte quando passi vicino a un negozio che ti potrebbe essere utile.

Marco Lobb

1.400 gli sviluppatori iscritti al mondo, una preselezione di 50 idee, e solo 10 finalisti, tra cui il “nostro”. In questo momento si è preso una piccola pausa dalla 24 ore di stesura codice, da parte di altre società partner Nokia, per realizzare effettivamente l’idea. Per partecipare è stato infatti sufficente proporre uno schizzo e una breve descrizione, e l’Hackathon serve appunto per tradurre l’idea in realtà.

Marco Lobb

Una giuria Nokia decreterà il vincitore – i dettagli in questa pagina. Auguri Marco!

45 Amazing Type Faces – Typographic Portraits | Abduzeedo – design inspiration and tutorials

45 Amazing Type Faces – Typographic Portraits | Abduzeedo – design inspiration and tutorials

A Montecarlo, per il Nokia Developer Summit 2009. Andiamo a indagare cosa combinano i ragazzi di Espoo, Finland. In questa pagina trovi l’agenda: se c’è qualcosa che ti interessa in particolare o hai qualche domanda che vuoi che faccia fammi sapere.

Aggiornamenti: Altre info su Nokia Conversations

Nuovo ambiente di programmazione: Aptana. Qui il comunicato stampa: (PDF)