Archives For YouTube, Cinema, TV, Video

Actors, singers and other famous people in police photos

Fred Astaire, David Bowie, Mick jagger, ok. Poi Elvis Presley, Kurt Cobain e Jimi Hendrix, c’è scritto. Al centro direi Jim Morrison. In alto a destra non saprei proprio. Ma quello in basso al centro non è Brad Pitt?

ebuzzing-teads-reinventing-video-advertising

Vedi un po’ che sia per caso venuta l’ora dell’Internet pubblicitaria di cui parliamo da vent’anni? Che non è una data a caso. Rileggevo non molto tempo fa Digerati, un libro del 1996, e si diceva proprio che (recito a memoria, no, parafraso) “Un giorno, il contenuto sarà indistinguibile dalla pubblicità, e viceversa. Ci sarà un unico grande flusso di informazione digitale, e al suo interno verranno veicolati messaggi di ogni tipo – aziendali, personali, eccetera”. Dimmi tu se non ricorda il Native Advertising, che è nato l’altro ieri. Le idee le avevamo chiare. Abbiamo solo leggermente sbagliato i tempi.

Insomma: dopo la fusione tutta italiana tra Hagakure e Dnsee (vedi), Ebuzzing oggi annuncia il merge con Teads. E si parla di quotazione in Borsa nel 2015 e un fatturato 2014 atteso per più di 100 milioni di dollari Continue Reading…

Marcello Mastroianni - 8 e 1/2 - Federico Fellini

Marcello, oh Marcello…

Così lo chiamava Anita Ekberg in La Dolce Vita. Ma Marcello Mastroianni in 8½ (Wikipedia) era davvero straordinario.

“Say… What? Is this a phone?!?“, dice il bambino all’inizio. Divertente.

Oggi esami in NABA per Media Design e Networking Media e così, cercando tra gli appunti, ritrovo Lost In Google, del 2011. Sempre valido, è stato un serial per YouTube tutto italiano fatto da TheJackal, agenzia che si è costruita una fama sui video per la Rete (e non solo). Interessante l’integrazione dei commenti tra una puntata all’altra. E simpatica narrazione circolare.

simone rovellini exploding actresses

Ovviamente non per caso, Simone Rovellini si è laureato in NABA Media Design con il massimo dei voti. Videomaker artistico e delicato – almeno nei suoi lavori precedenti – sta ora avendo un boom internazionale con Exploding Actresses, un tumblr di GIF animate e inserti video, come quello qua sotto, decisamente fuori genere.  Continue Reading…

nyan cat

Ok la hit dell’anno sarà anche stata Gangnam Style ma anche Nyan Cat va citato. Tipo Dramatic Chipmunk ma… Oh gosh non riesco a dirlo. 90 milioni di views e 630.000 commenti:  Continue Reading…

gangnam-style-dance-explosion

E’ sempre divertente riguardare le statistiche di YouTube. “800 milioni di utenti unici visitano YouTube ogni mese”, dicono, e “Ogni minuto vengono caricate 60 ore di video, pari a un’ora di video caricati su YouTube ogni secondo”, il che fa sì che “In un mese vengono caricati su YouTube più contenuti video di quelli realizzati dai tre maggiori network USA in 60 anni”. Funny. Dopodiché, viene fuori che il video del Gangnam Style ha appena passato “Baby” di Justin Bieber com “The most watched video on YouTube of all time”Continue Reading…

felix-baumgartner-livejump-4-salto

Felix Baumgartner, pilota di elicotteri e paracadutista austriaco. Otto milioni di spettatori, ieri sera, in attesa che si lanciasse da una capsula attaccata a un pallone aerostatico, a 36 – alla fine in realtà erano quasi 39 – chilometri di altezza. Il che non sarebbe niente di particolare se 1. non si fosse trattato di un evento completamente sponsorizzato da un marchio privato, Red Bull, e 2. se la diretta non fosse stata su YouTube.  Continue Reading…

cinecitta-istituto-luce-youtube

Be’, impressive. Sono anni che aspettavamo. Ed è bello pensare che si siano liberati degli archivi così importanti. Qui sotto il video, dopo il salto il comunicato stampa con cui Istituto Luce e Google annunciano la creazione del nuovo canale dell’archivio storico di Cinecittà. Un pezzo di storia italiana. Anzi, “Uno dei più grandi archivi storici di video mai realizzati su YouTube”, dicono.

Continue Reading…

video-wall-information-design-television-applications

Un’immaginazione che mi capita di fare ogni tanto è quella di sbucciare la TV buttandone via la crosta: cioè eliminare il televisore come dispositivo*, supporto fisico. Rimangono i programmi, ovvero i contenuti, che non avendo più il problema di dover stare dentro una scatola – cioè essendo liberi dalle costrizioni di un format fisso – possono a loro volta essere ripensati: e diventano applicazioni. Continue Reading…

ikea-uppleva-tv-audio-furniture-all-in-one

Durante il Fuorisalone si sono viste molte cose interessanti – non moltissimo, in realtà, ma qualcosa. Divertente l’esposizione Ikea nella zona #VenturaLambrate (che, btw, si è confermata particolarmente innovativa) con qualche novità per l’arredo, nuovi tessuti, la macchina da cucire, e altro. Un po’ nascosta in fondo al padiglione c’era una stanza per le nuove TV Uppleva, che non mi avrebbe colpito se non fosse stato per questo diagramma: Continue Reading…