Archives For Do-It-Yourself, Fabbers, Makers

“Vediamo una rete complicata di somiglianze che si sovrappongono e si incrociano. Somiglianze in grande e in piccolo”, diceva il filosofo Ludwig Wittgenstein. Certo, lui indagava i misteri della Mente e non certo cose pratiche. Questa frase mi ha sempre colpito, perché aiuta a non preoccuparsi tanto delle definizioni, quanto del senso.

via Chi sono davvero i Makers? La risposta è una trottola con una monetina – Che Futuro!.

Momento Nostalgia

Stampomatica-Tecnificio-Lino's Type-hand-made-letterpress

Ma la meraviglia di aver incontrato persone come Nicola Zago e Stefano Schiavo. Che dopo aver lanciato Sharazad (e già il perché di questo nome e questo logo è tutta una storia a sé) fanno Lyno’s Type, recuperando un vecchio sistema Letterpress (scopri cos’è su Wikipedia). E poi, con Tecnificio, reinventano la stampa antica grazie al 3D Printing dei Makers e lanciano un progetto su Indiegogo: Stampomatica.

stampomatica-desktop-mini-press-that-works-with-3D-printed-plates

“Ci piace mescolare artigianato, design sperimentale e un po’ di sano olio di gomito per creare prodotti tipografici personalizzati, concettualmente stimolanti con un impatto visivo fresco ed efficace”, dicono. Col loro sistema ora puoi farlo anche tu, a casa. Io ho dato il mio contributo. Tu cosa aspetti?

makerfairerome-maker-fair-roma-robot-2

Come se non bastassero quattro piani del Palazzo dei Congressi affollati di ben 230 espositori, Maker Fair Rome è stata anche occasione per un annuncio mondiale da parte di Intel, che non è esattamente un gruppo di hobbisty. E’ stato infatti presentato Galileo, un sistema Arduino sviluppato in collaborazione con Massimo Banzi. Ma incredibile la quantità di idee che sono venute fuori dal movimento dei #Makers, soprattutto perché quest’anno si vedono chiaramente i primi modelli di business. Oltre al fatto che è tutto incredibilmente divertente, compresi i progetti di ragazzi giovanissimi. Qui sotto una galleria di quel che mi è capitato di incontrare finora.  Continue Reading…

autodesk-design-night-san-francisco-3d-printed-bike

“Il problema non è solo sostenere il Made in Italy. Il problema è reinventarlo”. Mi è capitato di commentare così, a un giornalista che mi chiedeva informazioni, il ciclo di eventi Innovating With Beauty promosso da Fondazione Bassetti. E in parte le discussioni sono state effettivamente orientate in questo senso. Tra poco, inoltre, approfondiremo il tema nel panel From Made In Italy To Make In Italy, patrocinato da Confartigianato. Saremo a The Cannery, a Fisherman’s Wharf. Qui sotto qualche riflessione su quanto accaduto finora.  Continue Reading…

dale-dougherty-alberto-dottavi-world-wide-rome-makers

E’ stato grandioso incontrare Dale al WorldWideRome Makers Edition dell’anno scorso :)

“We are born makers. We don’t just live, but we make. We create things” dice Dale Dougherty col suo classico ottimismo americano, versione folk e divertente di un ormai dimenticato (e noiosissimo) positivismo scientifico europeo. Ne ha buone ragioni. Le storie che mostra nel video sono una più matta dell’altra, una più creativa dell’altra. E alla fine però trovano il modo di crescere e creare valore, anche se (o forse meglio: proprio perché) nascono da movimenti grassroot, radici amatoriali che creano connessioni forti tra persone. Continue Reading…

cultura-italiana-stati-uniti-design-week-San-Francisco

“Innovating with beauty”. Così Fondazione Bassetti intitola il ciclo di eventi che ha organizzato per settimana prossima a San Francisco, nell’ambito della Design Week locale. Ma il tema è molto più ampio, ed è quello del rinnovato interesse americano per i modi del fare italiano, a confronto con la realtà di laggiù: “Making in Italy – Making in USA. Artisanship, Technology and Design”. Non poteva quindi esserci occasione migliore per portare là una serie di testimonianze – tra le quali, con grande piacere, anche quella del sottoscritto per Blomming.

Tre i momenti di confronto principali, che potranno essere seguiti tramite l’account Twitter della Fondazione (#FF!!!) e l’hashtag #makeITUSContinue Reading…

woodd-iphone-cover-laser-cut-design Nel disclaimer c’è tutto il senso del post: dei due fratelli Wood’d uno, Stefano, è mio studente del primo anno in Naba. L’altro, Andrea, è poco più grande. Fanno cover per iPhone e altri accessori geek usando legni pregiati e decorandoli  in laser-cut. Senza tanti pensieri né domande su quale sia la community di cui fanno parte, stanno costruendo un business. Dopo il salto puoi trovare uno dei loro prodotti in vendita e altri link.  Continue Reading…

Un video del genere un tempo l’avremmo chiamato bootleg. La musica è un bel pezzo interpretato benissimo da Sebastiano Frattini su una replica plastica, stampata in 3D, di uno Stradivari. Il suono non è perfetto e non solo per la registrazione, ma è un esperimento intrigante. Ho montato anche qualche foto, mi piaceva dare il senso di cosa è stato World Wide Rome.

innovazione-sociale-economia-p2p

Ritrovo (con un certo imbarazzo, visto il tempo passato) il video di un seminario tenuto due anni fa con alcuni amici sul tema Innovazione Sociale ed Economia Peer-to-peer. Molte delle persone intervenute le ritroveremo a Roma, il 9 Marzo Continue Reading…

acconci-dupont-makers-art-bronx-museum

E’ di inizio anno, ma non per questo meno interessante. Si tratta di una mostra di Vito Acconci, uno degli artisti contemporanei più interessanti, tenutasi al Bronx Museum Continue Reading…

Designer e maghi della grafica vettoriale, costruttori e inventori di oggetti: a Milano ha aperto la prima facility italiana per la Digital Fabrication: Vectorealism. Non fa 3D Printing ma laser cutting, in collaborazione con Ponoko. Bellissime opportunità per la nuova creatività italiana, per volare bassi. Ma, come ha fatto il Globe & Mail l’anno scorso, potremmo anche chiamarla The Industrial Revolution 2.0.

Vectorialism

Per approfondire: qualche esempio di materiali lavorati, su Openwear; il video della CNN sulla Digital Fabrication; vari esempi di 3D Printing; di Ponoko e altri avevo parlato qua.

Non ho tempo, ma sto seguendo questa cosa da un po’, vedi quanta roba c’è. Via OpenP2Pdesign.