Ieri sera polemichina su Facebook con Salvatore Aranzulla sul significativo contributo dato da Briatore alla Bocconi (LOL).

“Non scherzare [dico a Salva]. 15 anni fa eravate [mi riferisco a Virgilio] un’idea nella testa dei due fondatori più qualche amico che ci credeva. E poi di un paio di VC molto illuminati… Quando si parlava di Web, allora, ci prendevano per matti. E invece guarda ora. Virgilio, Tiscali, Videonline, Italiaonline e le poche agenzie “interactive” dei tempi hanno creato la prima generazione di professionisti Internet italiani – di cui oggi fai parte anche tu. Ma è successo perché della gente aveva voglia di “giocare”, che vuol dire rischiare. Che poi molti degli startuppari di oggi siano dei fuffologi è altro discorso e sono molto d’accordo. Ma non si tratta di non fare startup. Si tratta di non fare i cretini. E’ diverso”.

how-to-sharpen-pencils-vintage-book

Non ci vuole una scienza per far la punta alle matite. E sicuramente neanche una startup. Ma qualcuno ci ha fatto un libro. Con tanto di “Illustrations showing current practice”. Esempio negativo, ma non per questo buttiamo alle ortiche l’industria libraria, no?

dottavi

Posts Twitter Facebook Google+

Journalist, Blogger, Entrepreneur, Advisor. Writing about tech, culture and society since 1991. Formerly contributor at Forbes, Co-founder Blomming.com. Now Partner at Fashion Technology Accelerator.