About

Alberto D'OttaviAlberto D’OttaviGiornalista, blogger, imprenditore. Mi occupo di innovazione digitale, cioè di Tecnologia, Media, Internet e relativi impatti sociali, culturali e di business. Nel 2010 Edelman mi ha inserito tra i 1.000 Top Tech Influencers Worldwide su Twitter – vedi. Nel 2011 Wired.it mi ha segnalato tra i 50 Italiani da seguirevedi. Il mio account Twitter è @dottavi.

In passato sono stato direttore delle versioni italiane di ZDNet.com e Computer Bild, ho scritto tre libri (tra cui il primo italiano sul Web 2.0, nel 2006), ho sviluppato o partecipato a numerose iniziative per lo sviluppo del Web e dell’imprenditoria digitale in Italia, ho svolto consulenze per grandi aziende. Altro su LinkedIn. Sono stato co-fondatore della startup Blomming, prima iniziativa italiana (e tra le prime in Europa) di Social Commerce. Insegno in Nuova Accademia di Belle Arti. Attualmente sono Partner e Advisor di Fashion Technology Accelerator, Milano.

In Rete mi si trova anche come “Hexholden – The catcher in the byte”, un vecchio nick nato da un calembour sul titolo originale del Giovane Holden: “The catcher in the rye”Infoservi, il cui nome nasce da Microservi di Douglas Coupland (qui Wikipedia in italiano, qui il suo sito), è stato co-fondato con:

lgsmallLuca Galli – Non ama esprimersi in terza persona, come sta succedendo in modo dilagante a causa degli status message. Mi occupo da molto tempo di progettazione di applicazioni e servizi interattivi, facendo le cose che da un po’ circolo tramite il mio blog. Ho conosciuto Alberto nella mia vita precedente di giornalista specializzato sulle tecnologie. Ai tempi lavoravo con Ivan a Virtual, la rivista messa assieme da Stefania Garassini nel 1993 per diffondere in Italia le novità di allora su digitale, Internet e Realtà Virtuale. Lo stesso anno ho finito di studiare filosofia in Statale con Giulio Giorello. I tomi di metafisica, morale e logica hanno accentuato la mia inclinazione naturale alla critica e alla controversia — Giorello e altri mi hanno fornito le giustificazioni teoriche per coltivarle, con argomentazioni che spaziano dalla tradizione libertaria all’epistemologia. In genere mi azzuffo solo di persona: nei dialoghi online tengo un tiro tranquillo (in giro sono lgalli o un vecchio nick alternativo).

ivanIvan Montis – General Manager di San Paolo Digital, la Internet company del Gruppo Editoriale San Paolo, Titolare della cattedra di Nuovi Media e Comunicazione Crossmediale presso l’Università Cattolica di Milano. Ha fondato la società di ricerca e consulenza Reshaping Media, orientata al servizio del mondo dei media di informazione per supportarli nelle scelte di innovazione. E’ autore infine del Volume “Le nuove professioni del Web” edito presso Carocci. Vedi: ReshapingMedia.

In passato hanno collaborato anche Guido Arata, Dario Banfi, Alessia Fabbri, Valentina Locatelli, Fabio Mattia, altri.

1 comments

Trackbacks

  1. […] articoli), e gli dovevo un’introduzione come si deve. Qualche dettaglio su di lui nella pagina Chi Siamo, i suoi progetti sul suo blog. Tra questi trovo doveroso segnalare il video qui sotto, che elabora […]

  2. […] Abbiamo avuto il piacere di scambiare due chiacchiere con alcuni partecipanti a pmicamp come Alberto d’Ottavi, autore di Infoservi.it e Giorgio Soffiato, consulente marketing. Abbiamo incontrato anche alcuni […]

  3. […] 30nov2009 Come si fa un blog 2.0 Categoria: Comunicazione View Comments I miei amici Alberto e Tommaso sono riusciti a racchiudere in 180 pagine [tascabilissime] lo starter-kit per chi vuole […]

  4. […] stata poi la volta di Alberto D’Ottavi che, con linguaggio semplice e alla portata di tutti, ha spiegato perché il post di Facebook di […]

  5. […] it was Alberto D’Ottavi‘s moment which, with simple and accessible language, explained why one’s Facebook post […]